El barbon

El barbon (Zelmo Abardo)                                                        

 

Testo originale Traduzione letterale 

 

El barbon

 

Per lett, ona banchetta

e per lenzoeu on giornal;

per tecc el ciel stellaa;

quand pioeuv, on pont, on portigh;

quand fiocca e quand fa frecc

fan quatter toll  de ca'

a pos d'on ortisell,

lontan da la cittaa.

 

Filosof a so moeud,

el sfida el mond inter.

Mai donn, n mai danee;

el viv com'el voeur lu,

felis com'el fudess

on omm de milla ann fa...

 

Il barbone

 

Per letto, una panchina

e per lenzuolo un giornale;

per tetto il cielo stellato;

quando piove, un ponte, un portico;

quando nevica e quando fa freddo

quattro lamiere fungono da casa

dietro a un orticello,

lontano dalla citt.

 

Filosofo a suo modo,

sfida il mondo intero.

Mai donne, n mai soldi;

vive come vuole lui,

felice come se fosse

un uomo di mille anni fa...

 

Commento

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)